La youtuber Mari che curava il cancro con succhi e preghiera. E i suoi 12 mila followers

La notizia ieri è girata un po’ su tutti i giornali. Mari Lopez, youtuber texana, spiegava ai suoi numerosi followers di esser guarita dal cancro grazie alla dieta vegana. Succhi di frutta e verdura, acqua arricchita con idrogeno. E tanta preghiera.

I suoi video contano migliaia di visualizzazioni. Il canale YouTube Liz & Mari, aperto nel 2015 e gestito da Mari e dalla nipote Liz Johnson, ha raccolto 12 mila followers.

Il fatto è che Mari, in realtà, dal cancro non era guarita. Alla fine dello scorso anno la malattia ha avuto la meglio. Aveva già invaso il sangue, i polmoni e il fegato di Mari. Lei non ce l’ha fatta. La nipote Liz ne ha dato annuncio solo ora nel corso di un’intervista.

E, attenzione attenzione, la ragazza non ritratta nulla di quanto predicato fino ad oggi. Anzi, è convinta che la zia sia morta perché, negli ultimi tempi, era tornata a una dieta onnivora. Spinta dalla sorella, Mari negli ultimi giorni di vita avrebbe infatti mangiato carne. Cotta al microonde. Che per Liz è il peggio del peggio.

 

 

Le cose che mi fanno arrabbiare sono due.

La prima è il pensare che nel 2018 esistano ancora così tante persone pronte a seguire ciecamente i consigli di una casuale youtuber senza alcuna preparazione nutrizionale e medica alle spalle. E’ come se io mi mettessi a predicare che mangiare solo banane fa diventare intelligenti…anche ammesso che lei sia risultata credibile a un primo impatto, come è possibile seguirne le orme? Tanto da arrivare a scriverle, come tanti suoi followers hanno fatto, che la sua dieta dava anche a loro grandi risultati?!

 

 

La seconda è l’appurare che l’ignoranza di alcuni riesce purtroppo sempre a generare dibattiti e polemiche che astraggono dal caso concreto. Quanto successo a Mari non ha nulla a che vedere con i vegani. Eppure via, tutti di nuovo a sottolineare i rischi di una dieta vegana.

La Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana sottolinea come la dieta debba affiancare ma mai sostituire i trattamenti chirurgici e medici, che restano la prima e più efficace arma per sconfiggere il tumore. Che poi una dieta 100% vegetale aiuti a ridurre il rischio di sviluppare certi tipi di malattie, tumori inclusi, è tutta un’altra questione. Un conto è prevenire, un conto è curare o addirittura far miracoli.

 

0 Comments

X