SuperMeat, la carne di pollo prodotta in laboratorio

Non so perché ma la cosa mi fa un po’ senso. SuperMeat. Carne di pollo prodotta in laboratorio. Con lo stesso identico gusto del pollo (perché le cellule per ottenerla sono prelevate dal pollo, quindi di pollo sa).

E’ una notizia che sta girando molto, facendo discutere su un ipotetico futuro senza carne ma con la carne. Sì, insomma….un futuro nel quale non occorrerà uccidere gli animali, perché la carne ce la creeremo in laboratorio.

 

 

Ecco, oggi vi parliamo di SuperMeat. Una startup di Tel Aviv che sta raccogliendo moltissimi finanziamenti (è riuscita ad arrivare a tre milioni di dollari) per lanciare sul mercato un prodotto assolutamente innovativo.

In cosa consiste il progetto di SuperMeat? Nell’ideazione di un sistema che consente di creare carne di pollo in laboratorio. In pratica dal pollo si estraggono cellule (il pollo non soffre) che vengono poi fatte crescere in laboratorio. Alimentate nel miglior modo possibile, con i corretti nutrienti che consentano di ottenere il livello ottimale di muscolo e grasso.

 

 

Il prodotto finito è identico alla carne del pollo, ma ha la garanzia d’esser sano (nessun antibiotico, nessuna malattia), cruelty free ed ecosostenibile. Infatti, secondo una ricerca condotta dalle università di Oxford e Amsterdam, SuperMeat consentirebbe una riduzione fino al 98% delle emissioni di gas serra, del 99% nello sfruttamento del territorio e fino al 96% nel consumo di acqua.

SuperMeat è stata fondata nel 2015. A livello di comunicazione punta molto sull’importanza della tutela di animali e ambiente, ma anche sulla salute dell’uomo, informandolo sui rischi della carne acquistata nei supermercati.

 

Il suo co-fondatore, Ido Savir, è vegano da 20 anni e spera che nel giro di tre anni SuperMeat possa essere in commercio. Non mancano però ostacoli da superare, primo tra tutti il costo. Per aver successo la carne di pollo prodotta in laboratorio deve infatti esser venduta a un prezzo molto simile al pollo del supermercato. E per ora non ci siamo. Un hamburger con SuperMeat costa infatti sui 15 dollari. Ma Savir è ottimista, se la domanda cresce si abbattono i costi di produzione. Staremo a vedere….

 

0 Comments

X