Il veg panettone, facile e buonissimo

Il panettone vegan

 

Quante cose son cambiate in pochi anni. Ormai il panettone vegano si trova ovunque, supermercati compresi, ed è in genere anche buono.

Ma fino a qualche tempo fa non era semplice reperirlo e a molti vegani mancava. Mancava quel sapore che ti fa pensare subito al Natale, mancava quel tipico dolce che non può mancare sulle tavole imbandite del 25 dicembre.

Così mi ero cimentata in questo panettone fatto in casa. La ricetta è semplice, ve lo garantisco. Non sarei capace di farlo se fosse troppo complesso.  Serve solo un po’ di tempo per la lievitazione. Vi assicuro però che, a dispetto della facilità, il risultato è ottimo. Tanto che questa ricetta è durata negli anni e ancora oggi la ripropongo quando il Natale si avvicina.

Provatela e fateci sapere 😉

 

 

Ingredienti:

  • 400 gr di farina di manitoba
  • 50 gr di farina di riso integrale
  • 50 gr di farina di farro
  • 100 gr di farina integrale
  • 250 gr di latte di mandorla
  • 3 grosse manciate di uvetta
  • 120 gr di zucchero di canna
  • 1 manciata di canditi (o di più se vi piacciono molto)
  • 100 gr di olio di semi
  • 2 cucchiaini di sale
  • 10 gr di lievito di birra
  • 1 bicchierino di limoncello o di rum
tempo ricette vegan   6 ore di lievitazione + 1 ora e 30 di cottura

tomato-128-2tomato-128-3tomato-128-3

Preparazione:

Prendete la planetaria e versate le farine, il latte di mandorle (o di soia, va comunque benissimo), lo zucchero di canna, l’olio, il lievito. Azionate e fate mescolare ben bene per una quindicina di minuti, non troppo velocemente.

Quando tutto è ben amalgamato aggiungete il sale, l’uvetta, i canditi e il liquore che avrete scelto. Impastate ancora per altri 15 minuti, finché non giungete ad ottenere un impasto elastico e bello lucido.

Prendete una ciotola capiente, spolveratela con un po’ di farina, versate al suo interno l’impasto. Coprite con la pellicola trasparente o con un canovaccio umido e lasciate lievitare per 2-3 ore (più lo lasciate lievitare meglio è).

Una volta trascorso il tempo prendete l’impasto, rigiratelo su se stesso in modo che i bordi che stavano all’esterno entrino al centro e mettetelo nel tipico contenitore di carta che si può acquistare anche al supermercato.

Lasciate ancora lievitare, per almeno 3 ore. Accendete quindi il forno a 180 gradi, infornate per una decina di minuti, poi abbassate a circa 150 gradi, coprite il panettone con un po’ di carta stagnola e fate cuocere per un’oretta e mezza. Controllate di tanto in tanto con uno stuzzicadenti, il panettone deve risultare bello asciutto.

E’ fatta. Sentirete un profumo fantastico spandersi per casa. Buon Natale…

 

 

0 Comments

X