Da Bill Gates a Leonardo di Caprio…i veg burger di Beyond Meat saranno il futuro?

Il caso di “Beyond Meat” mi affascina. Un marchio vegano nato nel 2009 in California, nel quale i super-big (quelli che di soldi ne hanno davvero tanti) stanno sempre più investendo. Il miliardario Bill Gates,  giganti alimentari quali General Mills Inc. e Tyson Foods Inc., nonché Don Thompson, ex amministratore delegato di McDonald’s Corp.

 

 

E ora anche Leonardo Di Caprio, che qualche giorno fa ha scritto questo tweet:

 

Sì, Di Caprio dice d’essere orgoglioso di investire in Beyond Meat, dato che “l’allevamento è la causa principale della produzione di gas serra”. E Beyond Meat, che all’inizio distribuiva i suoi prodotti solo in alcuni ristoranti, sta diventando davvero un colosso. I suoi Burger, a base di piselli, olio di cocco e succo di barbabietola, sono arrivati anche nei supermercati. Per l’esattezza in oltre 11 mila negozi tra Usa e Hong Kong.

E per trovare il “Beyond Burger” non occorre cercare con la lente d’ingrandimento negli scaffali riservati a cibo vegan e “roba strana”. No, li si trova nel mega settore della carne, accanto agli hamburger “veri”. Perché l’obiettivo non è conquistare una ristretta cerchia di gente che già mangia in un certo modo, ma intercettare i mangiatori tradizionali di carne, quelli che l’alternativa non l’hanno forse ancora mai contemplata.

 

 

 

A vederli, questi veg Burger, hanno tutta l’aria dei mega hamburgerozzi capaci di far gola all’americano medio. Il costo di una confezione da due si aggira sui $ 5,99. E Beyond Meat è certa che a breve si abbasserà, perché la produzione su larga scala consentirà di abbattere i costi e di rendere i veg Burger davvero concorrenziali rispetto a quelli di carne.

A quanto pare l’interesse da parte dei clienti c’è, anche grazie agli appelli lanciati da star e idoli vari di grande appeal sempre più attenti alla causa ambientale. I veg burger di Beyond Meat consentiranno di dare una svolta percepibile a livello globale? Chissà…probabilmente qualcosa faranno. Ed è già un buon risultato.

 

 

0 Comments

X