Fave e cicoria, le delizie vegan della tradizione

FAVE E CICORIA, LA TRADIZIONE PUGLIESE

 

Ci sono piatti che fanno parte della nostra tradizione italiana e che sono da sempre vegani. Un esempio sono le fave e cicoria, che io personalmente adoro.

Non sono pugliese di origini, non vivo in Puglia. Non ho una brava nonna pugliese pronta ad insegnarmi come si preparano…ma sono curiosa e ho tante amiche pronte a darmi consigli utili.

Così mi sono cimentata con questo piatto delizioso. Ho usato fave secche decorticate che avevo comprato in Salento quest’estate (eh sì, in quella settimana ho mangiato più fave e cicoria che in tutta la mia vita, dovevo per forza portarmi a casa almeno le fave…).

Per la cicoria…beh, ho usato quella del mio orto, che come sapore si avvicina davvero moltissimo. Deve restare amara, per fare un bel contrasto con le fave. Eccovi la ricetta che ho usato io, è semplice e il risultato ottimo 😉

 

 

 

Ingredienti:

  • 400 gr di fave secche decorticate
  • 300 gr di cicoria
  • 2 foglie di alloro
  • mezza cipolla
  • pochissimo peperoncino
  • olio d'oliva
  • sale
tempo ricette vegan   2 ore e mezza

tomato-128-2tomato-128-3tomato-128-3

Preparazione:

 

Si tratta di una ricetta molto semplice, bisogna solo considerare che ci vorrà un po’ di tempo per la cottura delle fave. Anzi, bisogna iniziare a pensarci il giorno prima, perché la primissima cosa da fare è lasciare in ammollo le fave secche decorticate in acqua per circa 12 ore.

 

 

Una volta fatto questo passaggio si prendono le fave, si sciacquano, si mettono in una pentola. Le si copre con acqua (poco più abbondante del volume delle fave), si aggiungono due foglie di alloro e si lascia cuocere a fuoco lento con coperchio per circa 2 ore e mezza. Ogni tanto controllate che l’acqua non si sia asciugata, se serve aggiungetene.

Le cicorie si possono preparare anche all’ultimo. Basta lavarle, togliere la parte più dura del gambo, metterle in acqua bollente e salata per circa 5 minuti. Una volta scolate potete usarle così come sono. Se volete insaporirle un po’ (sono parecchio amarognole, non a tutti piacciono), vi consiglio di passarle un attimo in padella con cipolla, un filo d’olio, un pezzettino piccolo piccolo di peperoncino.

Come capire se le fave sono pronte? Devono sfaldarsi quando mescolate e avere l’aspetto di un puré denso. A questo punto non vi resta che impiattare. Potete scegliere la consistenza che più vi piace, per quanto riguarda le fave. C’è chi le tiene molto dense lasciandole così come sono e chi invece le frulla e le vuole più liquide. Adagiate sulle fave la cicoria e via, ultimate con un filo d’olio. Buon appetito!

 

 

Ricetta di Silvia Butera,   food blogger   Un po’ di sale in zucca

 

0 Comments

X