Tofu, il formaggio Vegetale

Il “tofu” si ottiene dalla cagliatura del latte di soia, con un procedimento simile a quello per la produzione del formaggio. A ragione, quindi è definito comunemente formaggio di soia.

Come preparare il tofu in casa

Il prodotto si può realizzare anche in casa mettendo in ammollo i fagioli della soia per 24 ore; poi vengono frullati fino ad ottenere un liquido bianco che si lascia condensare con l’aggiunta del solfato di calcio o del cloruro di magnesio detto comunemente “nigari”.

Il nigari è il residuo che deriva dall’acqua di mare quando si estrae il sale. Terminato questo procedimento il prodotto ottenuto viene pressato in blocchi a forma di parallelepipedo.

Come utilizzare il tofu in cucina

Il tofu nella dieta vegana occupa una posizione di spicco perché è ricco di sostanze nutritive; viene definito il “formaggio vegetale” perché si ottiene con lo stesso procedimento del formaggio ottenuto dal latte di origine animale, per questo motivo è considerato una buona alternativa ai prodotti caseari e viene utilizzato in svariati modi, crudo, cotto, fritto, alla piastra, come ripieno, nelle insalate, nelle zuppe, nelle vellutate, per condire la pasta e nei dolci.

Le proprietà del tofu

Abbiamo dunque compreso come si ottiene e come viene utilizzato in cucina, ora diamo uno sguardo al suo valore nutrizionale. Il tofu è una fonte di proteine vegetali; non contiene glutine, quindi è adatto ai celiaci; è ricco di sali minerali tra cui calcio, ferro, magnesio, fosforo, manganese, selenio e se viene preparato con il solfato di calcio contiene molto più calcio di quello preparato con il nigari; è una fonte di acidi grassi polinsaturi, specialmente di omega 3 e 6.

È un prodotto privo di colesterolo adatto al benessere del cuore e delle arterie, infatti viene consigliato per ridurre il valore del colesterolo cattivo e riequilibrare la pressione sanguigna; combatte l’azione dei radicali liberi, rallenta il processo d’invecchiamento e riduce il rischio di arteriosclerosi; è ricco di isoflavonoidi che alleviano i sintomi della menopausa, contribuiscono ad aumentare la densità minerale ossea e a ridurre il rischio di osteoporosi; è ricco di vitamine A, C e B9 ma è privo delle vitamine D e B12 che sono fondamentali per l’essere umano, per questo devono essere assunti con altri alimenti per bilanciare il fabbisogno giornaliero.

Sapevi che…

Il tofu oltre ad essere un alimento fondamentale nella dieta vegana viene anche consigliato nelle diete dimagranti sia perché aiuta il tratto intestinale dei pazienti affetti da stipsi e sia per il suo basso contenuto calorico; infatti 100 grammi di tofu contengono 80 calorie, suddivise in 10% di carboidrati, 37% di proteine e 53% di grassi. Poiché è ricco di proteine è preferibile consumarlo due o tre volte alla settimana per un quantitativo massimo di 300 grammi. Il tofu non è adatto a chi soffre di allergia alla soia, mentre è preferibile chiedere il consiglio di un nutrizionista qualora assumete farmaci per la tiroide.

Kcal

% Carboidrati

% Proteine

% Grassi

0 Comments

X